La pinsa romana: ecco come si prepara

La pinsa romana è una variante della pizza in pala alla romana, nata appunto a Roma, e si caratterizza per il suo mix di farine con cui è fatta, tanta acqua nell’impasto e la consistenza croccante che la rende unica del suo genere.

La parola “pinsa” deriva dal latino “pinsere” che significa appunto allungare con le mani. Questo verbo spiega proprio la forma della classica pinsa romana, che appunto si presenta come ovale/rettangolare. La sua particolarità è l’impasto leggero e più digeribile rispetto alla pizza napoletana.

In questo articolo andremo ad analizzare cos’è nel dettaglio questa tipologia di pizza e la ricetta per prepararla a casa!

Che cos’è la pinsa romana?

Con la sua forma tipica rettangolare dai bordi rotondi, la pinsa romana sembra una semplice schiacciatina. In realtà non è così, dietro a questo prodotto, si nascondono molti studi per ottenere il mix di farine che l’azienda Di Marco, possessore di questo marchio, ha ottimizzato nel tempo. Sappiamo solo che è composto da farina di riso, farina di soia, farina di grano tenero tipo 0 e pasta madre essiccata. Tutti questi elementi, mescolati con acqua, danno vita a un impasto gustoso, leggero, altamente digeribile e che rimane croccante all’esterno e morbido all’interno.

Si tratta di una base perfetta da combinare con un insieme di ingredienti stagionali, freschi e di qualità, così da gustare al meglio i profumi dell’impasto.

La pinsa romana è un prodotto da forno che richiede lunghe lievitazioni, dunque la pazienza è l’elemento cardine per ottenere un buon risultato finale.

Come realizzare la pinsa romana in casa: ecco la ricetta

Per prima cosa occorre procurarsi la farina Di Marco Pinsa Expert, acquistabile comodamente online, si tratta proprio del mix di farine diverse di cui vi abbiamo parlato poco fa.

Soprattutto nei mesi più caldi, è consigliato usare acqua fredda da frigorifero perché aiuta molto l’impasto a non scaldarsi visto e considerato che la pinsa romana raggiunge il 75% d’idratazione.

Nel caso in cui non si voglia utilizzare il mix di farine appositamente creato, è possibile utilizzare qualsiasi altra farina presente in commercio, ma in quel caso non si può più chiamare Pinsa romana. Sperimentare è sicuramente il modo migliore per trovare la ricetta che fa al caso proprio. 

Abbiamo selezionato una ricetta da ricreare a casa, con gli ingredienti e il procedimento descritto in modo dettagliato.

Gli ingredienti

Gli ingredienti per la realizzazione di 3 pinse romane, sono i seguenti:

  • 700 gr di farina pinsa expert;
  • 5 gr di lievito di birra secco;
  • 17 gr di sale fino;
  • 525 gr di acqua fredda;
  • 14 grammi di olio extravergine di oliva

Il procedimento per realizzarla

Il primo passo per la realizzazione della pinsa romana è: aggiungere la farina assieme al lievito di birra secco e 315 gr di acqua.

Trascorsi 5 minuti circa, (il tempo è strettamente legato al metodo d’impastamento che si sceglie di utilizzare) bisogna assicurarsi che la farina abbia incorporato bene i liquidi. Quando si riesce a vedere la maglia glutinica ben formata, proseguire aggiungendo tutto il sale e la restante acqua (210 gr) a velocità maggiore.
Attenzione a non dimenticarsi l’importanza delle temperature!

Prima di chiudere l’opera, l’impasto dovrà avere una consistenza elastica e omogenea, a questo punto bisogna versare come ultimo ingrediente l’olio extravergine d’oliva.

La fase di lievitazione

La lievitazione è la fase più delicata di questo prodotto, va lasciato riposare in frigorifero per almeno 48 ore. Trascorso questo tempo di lievitazione è possibile procedere con la realizzazione dei panetti, così da lasciarli riposare per almeno altre 3 ore, così che si siano raddoppiati di volume.

Stenderli nella farina di riso, appositamente creata e cuocere per circa 2/3 minuti a 340 C° per fare una pinsa romana espressa. Il risultato sarà una pinsa croccante all’esterno, scioglievole ed un gusto inconfondibile!

Vuoi saperne di più sulla pinsa romana?

In questo articolo abbiamo spiegato cos’è e come si prepara la classica pinsa romana. Si tratta di una specialità tipica della Capitale italiana, ideale anche da ricreare a casa propria.

Se questo argomento ti è piaciuto e vuoi saperne di più, puoi richiedere una consulenza personalizzata con un esperto pizzaiolo. In questo modo potrai essere seguito passo a passo per la realizzazione della migliore pinsa romana.

In alternativa, puoi seguire uno dei nostri corsi sulla pizza, scegliendo la tematica che più preferisci, così da apprendere tutti i segreti dell’affascinante mestiere del pizzaiolo.

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Ti abbiamo incuriosito?

Contattaci per ricevere una consulenza specialistica, partnerships, collaborazioni o semplici curiosità.

Contenuti

Novità

Articoli Suggeriti

Hai bisogno di una mano? Prenota la tua Consulenza Specialistica!

Benvenuto nel modulo di prenotazione, seleziona il giorno e poi l’orario più comodo.
Il pagamento verrà corrisposto dopo l’erogazione del servizio.

Il pagamento verrà corrisposto dopo l’erogazione del servizio.

Consulenza

SPECIALISTICA
99
69
  • Assistenza professionale personalizzata;​
  • Supporto one to one;​
  • Nessuna spesa di spostamento;​
  • Risparmio di tempo e denaro;​
  • Scegli tu l’orario e il giorno​
Popolare

Benvenuto nel modulo di prenotazione, seleziona il giorno e poi l’orario più comodo.

ECCO A TE
UN REGALO!

Iscriviti per ricevere subito la guida gratuita su come creare e gestire il lievito madre!