Pizza croccante: ecco i consigli per realizzarla al meglio

pizza croccante

La pizza croccante a differenza da quella morbida e leggera, possiede delle caratteristiche diverse, che appunto riescono ad attribuire una consistenza croccante e gustosa. Una delle versioni maggiormente conosciute è sicuramente la pizza croccante al matterello, una specialità romana ormai famosa in tutta Italia e nel mondo.

Ma come si realizza questa variante di pizza? Ma soprattutto quali sono gli elementi che la caratterizzano? In questo articolo vogliamo approfondire questo argomento, dando qualche consiglio utile per la creazione della migliore pizza croccante.

Cos’è la pizza croccante?

La pizza croccante è una variante della classica pizza napoletana, che si riconosce dalla tipica consistenza crunch, ma allo stesso tempo leggera e facile da digerire.

Infatti croccante non è sinonimo di un impasto pesante, anzi, la lievitazione deve essere eccellente così come la cottura. Il risultato finale sarà una pizza dall’effetto croccante, ma leggera e altamente digeribile.

La scelta della farina, la percentuale di idratazione e la grammatura dei panetti sono solo alcuni degli elementi che occorre tenere presenti in fase di realizzazione di questa tipologia di pizza.

Di seguito, abbiamo selezionato sette consigli utili per creare a casa propria la pizza croccante, vediamoli nel dettaglio.

Consigli per realizzare la pizza croccante

Realizzare la pizza croccante è possibile anche a casa, esattamente come i grandi pizzaioli. Occorre però prestare attenzione ad alcuni consigli e suggerimenti, che abbiamo voluto raccogliere in questo articolo.

1. Il tipo di farina

Il primo elemento da prendere in considerazione è la scelta della farina, infatti è importante che la combinazione di farine utilizzate sia ideale per realizzare un buon impasto.

Un altro aspetto da tenere in mente è quello di scegliere il giusto mix di farine in base al tipo di lavorazione che si intende fare.

2. La quantità di acqua

Una delle caratteristiche della pizza croccante è rappresentata dal fatto che possiede una bassa idratazione, circa il 54/58% di acqua. In seguito alla cottura, l’impasto perderà oltre il 20% del suo peso. Questo dato spiega che la perdita di peso del panetto è dovuta all’eliminazione dell’umidità, conferendo all’impasto il classico effetto crunch che va tanto in voga tra i pizzaioli contemporanei.

Al contrario, un impasto dotato di alta idratazione, sarà morbido ed elastico, avendo un risultato totalmente opposto.

Per quanto riguarda la qualità dell’acqua, se non si hanno sicurezze su quella erogata dai rubinetti, si consiglia di utilizzare quella in bottiglia.

3. Quale lievito utilizzare

In precedenza abbiamo parlato del lievito di birra per la realizzazione della picca croccante. Ma è possibile utilizzare come alternativa anche il lievito madre, assicurandosi che sia in forma così da avere la certezza di un ottimo risultato finale.

4. La lavorazione e la lievitazione dell’impasto

Anche la lavorazione dell’impasto assume un ruolo molto importante, poiché gli ingredienti devono essere lavorati in modo corretto. Il risultato finale deve essere privo di grumi, e omogeneo.

Si consiglia di procedere con la lavorazione per almeno 15/20 minuti totali, permettendo all’impasto di formarsi correttamente senza eccedere con la lavorazione.

La lievitazione deve essere proporzionata al tipo di farina che si è scelto di usare e alla quantità di lievito inserito nell’impasto. Lasciare sempre il composto in un luogo al riparo da sbalzi di temperatura, favorendo la migliore lievitazione possibile.

5. L’altezza della pizza

Può sembrare un consiglio scontato, ma in realtà non lo è affatto. I panetti della pizza croccante infatti devono essere di circa 180/200 grammi ognuno, così che una volta stesi daranno vita a una pizza sottile. 

6. La tipologia di teglia

Se non avete a disposizione un forno a legna dove poterla cuocere su pietra, allora dovrete utilizzare il classico forno elettrico. Quest’ultimo, avendo i ripiani, può essere sfruttato mettendo a cuocere la pizza direttamente in teglia. Se ne trovano diverse in commercio, in alluminio, in ceramica oppure in ferro.

7. La cottura

La cottura rappresenta il momento finale, che conferisce alla pizza il suo tipico aspetto croccante. Anche la stesura della pasta è fondamentale per la struttura della base.

Il forno deve essere alla corretta temperatura, almeno 250°C, ma si potrebbe arrivare anche a 300°C. L’ideale sarebbe utilizzare una pietra refrattaria su cui posare la pizza, così da garantire una cottura uniforme. Con questa infatti sono sufficienti solamente cinque minuti per una cottura perfetta e un risultato croccante.

Vuoi saperne di più sulla pizza croccante?

In questo articolo abbiamo voluto illustrarti alcuni consigli per realizzare al meglio la pizza croccante. Si tratta di caratteristiche utili per ottenere un risultato eccellente anche a casa propria.

Infatti seguendo i preziosi consigli degli esperti pizzaioli, si potranno imparare i segreti di questo affascinante mestiere, che in altro modo non si potrebbero acquisire.

Se vuoi saperne di più ti consigliamo di richiedere una consulenza personalizzata con maestro pizzaiolo, così da apprendere tutte le nozioni per realizzare la migliore pizza croccante.

In alternativa, se preferisci, puoi decidere di seguire uno dei nostri corsi sulla pizza, in modo da scegliere l’argomento che maggiormente ti appassiona. 

Così potrai diventare anche tu un esperto del mestiere!

 

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Ti abbiamo incuriosito?

Contattaci per ricevere una consulenza specialistica, partnerships, collaborazioni o semplici curiosità.

Contenuti

Novità

Articoli Suggeriti

Hai bisogno di una mano? Prenota la tua Consulenza Specialistica!

Benvenuto nel modulo di prenotazione, seleziona il giorno e poi l’orario più comodo.
Il pagamento verrà corrisposto dopo l’erogazione del servizio.

Il pagamento verrà corrisposto dopo l’erogazione del servizio.

Consulenza

SPECIALISTICA
99
69
  • Assistenza professionale personalizzata;​
  • Supporto one to one;​
  • Nessuna spesa di spostamento;​
  • Risparmio di tempo e denaro;​
  • Scegli tu l’orario e il giorno​
Popolare

Benvenuto nel modulo di prenotazione, seleziona il giorno e poi l’orario più comodo.

ECCO A TE
UN REGALO!

Iscriviti per ricevere subito la guida gratuita su come creare e gestire il lievito madre!